Verdicchio di Matelica

Grazie alla ricchezza boschiva, faunistico-botanica e storico-artistica, quest’area si presta ad un gradevolissimo soggiorno incorniciato dai caratteristici sapori della cucina locale e dalla produzione di vini pregiati, il cui principe indiscusso è il Verdicchio di Matelica.

La viticoltura è antichissima in questa regione: testimonianze paleobotaniche risalenti al periodo piceno, indicano uno sviluppo fiorente della viticoltura a partire dall’VIII secolo a.c.

Nel 1579, il notaio matelicese Niccolò Attucci per primo nominò espressamente il vitigno che dà il nome al vino di Matelica: il Verdicchio.

Il Verdicchio è riconosciuto vino D.O.C. il 21 luglio 1967 e Riserva D.O.C.G. nel 2009. Il comprensorio di produzione è situato nel cuore dell’Alta Valle Esina, abbracciando i Comuni di Camerino, Castelraimondo, Cerreto d’Esi, Esanatoglia, Fabriano, Gagliole e Matelica. La disposizione nord-sud di questa valle, la sinclinale camerte, impedisce l’arrivo degli influssi marini, generando un microclima mediterraneo-continentale e l’effetto di questo clima dà origine ad un’uva ricca di estratti, aromi e polifenoli che si traduce in un vino di grande struttura e complessità, ben disposto all’invecchiamento. Il vino, che si ottiene con uva di vitigno Verdicchio, nel quale possono concorrere vitigni autorizzati a bacca bianca fino ad un massimo del 15%, ha aspetto brillante, colore paglierino, profumo delicato che sprigiona una fragranza fresca di frutta non completamente matura e un gusto asciutto e morbido con retrogusto gradevolmente amarognolo. Può essere bevuto giovane o invecchiato.

Il Foyer “Verdicchio di Matelica” si occupa di vendita e promozione del nostro oro verde: il Verdicchio di Matelica. La struttura è pensata all’interno del Teatro “G.Piermarini”, al fine di creare il binomio perfetto tra cultura e territorio. La location è gestita dai produttori del Verdicchio di Matelica, i quali, in sinergia con il Comune, rendono questo spazio unico nel suo genere. Il Foyer, oltre ad essere un salotto di incontro culturale, è anche al centro della vita di comunità, coltivando passione, creando bellezza nel parlare di eccellenze come la musica, la prosa e il vino, mettendole in stretta relazione. Aperto sette giorni su sette, permette degustazioni della nostra eccellenza ormai nota in tutto il mondo, accoglie per visite guidate al Teatro e alle Terme romane all’interno della magnifica struttura, offre iniziative e concerti jazz & wine, incontri con l’autore, laboratori di musica e teatro. In questa accattivante “vetrina” potrete essere affascinati dalle dodici cantine che producono Verdicchio di Matelica Doc e Docg: BELISARIO, BISCI, BORGO PAGLIANETTO, CAVALIERI, COLLESTEFANO, COLPAOLA, GAGLIARDI, GATTI, LAMELIA, LE STROPPIGLIOSE, MARAVIGLIA, PRO.VI.MA. “ I nostri Verdicchi sono tipici, perché il sistema è irripetibile ed irriproducibile: questo è il valore, il vanto e la responsabilità più grande: essere uno stile, non un moda!” Il Verdicchio di Matelica è uno dei più antichi vini bianchi italiani da vitigno autoctono: D.O.C dal 1967 e D.O.C.G per la versione riserva dal 2009.

Info:
Via Umberto I n. 22
62024 – Matelica
Telefono 0737/85571
https://www.facebook.com/FoyerVerdicchiodiMatelica/info/?tab=overview
foyerverdicchiodimatelica@gmail.com
Per prenotazioni on line, consultare il sito www.produttoriverdicchiodimatelica.it

Condividi